La storia

Due storie e uno spartiacque

2009 la prima storia di Ebarrito ruota attorno al progetto franchising green friendly di accessori in pelle. L’innovazione sta nel concept store totalmente in cartone e nell’uso di pellami a basso impatto ambientale. Il concept piace, il prodotto ha un ottimo rapporto qualità prezzo e nel giro di pochi mesi vengono aperti negozi in tutta Italia.

2011/2012 lo spartiacque è la crisi economica internazionale che investe l’azienda a soli due anni dalla sua nascita e la soffoca in una lunga e malefica contrazione di vendite. Vano il tentativo di salvare il franchising. Resisteranno alla falce della crisi solo i due negozi di Cremona e Milano.

2013 la seconda storia Alessandro e Gloria decidono d’istinto di partecipare all’Artigiano in fiera, e chiedono la collaborazione di un esperto del settore, Antonio Accurso, che diventerà poi Art Director del brand. L’Artigiano in fiera è un detonatore che per tutto il 2014 innesca una reazione a catena che porta Ebarrito in 5 paesi europei, 20 fiere europee e italiane tutte dedicate al consumatore finale. È un anno di scoperta, di avventura, di ricerca, di successi impensati e di stop inaspettati. È una palestra d’incontro con decine di migliaia di clienti diversi, per stile età e nazionalità.

“Ci adattiamo, ci mischiamo, cambiamo d’abito, cambiamo lingua e modo di proporci. È un vortice ed è in questo vortice che troviamo ispirazione per mettere a punto una nostra prima Capsule Collection, frutto di questo anno e figlia di questi occhi meravigliati dei clienti di mezza Europa che guardano le nostre borse quando per caso, passeggiando per fiere ed eventi dedicati al Made in Italy, incontrano il nostro stand, ovviamente in cartone.”

Gennaio 2015, l’anno appena concluso è la conferma che il prodotto è giusto.

Ma nel DNA di Ebarrito c’è la distribuzione, ciò che spinge Alessandro, Gloria e Antonio a partecipare ad HOMI. È la loro prima fiera BtoB, ed è come un lancio senza paracadute: non c’è una struttura organizzata per poter avviare una distribuzione, ma hanno un contenuto forte che si fa strada da solo.

Una mini collezione di borse e scarpe patchwork che conquista i negozianti e ottiene 100 vetrine tra Italia ed estero. E la stilosissima Tokio, nel suo salone della moda IFF, decreta ancora una volta la validità del progetto.

English/French | A DEFINING MOMENT IN THE HISTORY OF EBARRITO
German | A DEFINING MOMENT IN THE HISTORY OF EBARRITO

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.